lunedì 14 agosto 2017

Ricordandolo

Lo so, compie gli anni il 16 e non oggi, ma quel giorno probabilmente non riuscirò a scrivere. Quindi, beccatevi oggi il post sullo scrittore più intimista e timido d'America, a detta del sottoscritto. 
Trattava la politica, la vita, il sesso e la violenza con spavalderia ma solo per non mostrarsi completamente. Molto più colto di quello che voleva far credere, cosa che in pochi hanno capito, e fiero dei propri limiti, di uomo e di essere che ha sofferto molto.
Era il 16 agosto del 1920, Auguri Hank!!!


Questa è Verità. La mia poesia preferita.

La poesia prudente
e gli uomini prudenti
durano solo
lo stretto necessario
per morire tranquilli.


venerdì 11 agosto 2017

Una storia americana...

di poligamia (poliginia)!
Vi propongo in parte un articolo che ho trovato nel web a fine luglio e che completo lo trovate qui: ilpost.it/poligamia. Sto anche provando a lavorare, partendo proprio da questa notizia, su di un racconto che andrà nella mia raccolta americana in uscita la prossima primavera. 
L'articolo parla di una curiosa comunità mormone e di una "piccola" differenza rispetto alle altre comunità mormone...

Negli Stati Uniti, in una zona al confine tra lo Utah e l’Arizona, vive una comunità di persone dove la poligamia è una pratica comune e dove, per questa ragione, è comune anche una rara malattia genetica, l’aciduria fumarica, anche detta deficit di fumarasi. La zona in questione si chiama Short Creek e comprende due cittadine: Colorado City, in Arizona, e Hildale, nello Utah. Ci abitano i membri di una setta religiosa, la Chiesa Fondamentalista di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, che fece parte della chiesa mormone più o meno fino al 1935: la divisione avvenne perché la comunità di Short Creek non volle rinunciare alla poligamia, o, per la precisione, alla poliginia, cioè alla pratica che prevede che gli uomini abbiano più di una moglie (la poligamia invece può prevedere anche più mariti per una sola donna). Anche se negli Stati Uniti solo il primo matrimonio avvenuto in queste famiglie è considerato valido, la comunità di Short Creek (che oggi conta circa 7.700 persone) continua tuttora a praticare la poligamia: in quasi tutte le famiglie ci sono almeno tre mogli, perché secondo la setta è il numero indispensabile per andare in paradiso.
Ma questa pratica ha avuto come conseguenza la diffusione di una malattia genetica che nel resto del mondo è rarissima. L’aciduria fumarica è una malattia rara incurabile, che causa disabilità fisiche e mentali e si può diagnosticare anche nei bambini molto piccoli. Colpisce il metabolismo e lo rende molto meno efficiente rispetto alle persone sane: l’enzima fumarasi, che in chi ha l’aciduria fumarica è scarso, ha la funzione di portare energia alle cellule del corpo e quindi è fondamentale tra le altre cose per la salute del cervello, che consuma il 20 per cento dell’energia fornita al corpo con l’alimentazione. Le persone che sono affette da questa malattia nella maggior parte dei casi non riescono a stare sedute e ovviamente a camminare, né a parlare. Hanno inoltre alcune caratteristiche fisiche particolari, come una fronte prominente, orecchie basse e arrotondate, occhi molto distanziati e mento piccolo.
Fino al 1990 gli scienziati avevano avuto modo di studiare solo tredici casi di persone affette da deficit di fumarasi: nella popolazione mondiale si stima che una persona su 400 milioni ce l’abbia. Nel 1990 il pediatra Theodore Tarby diagnosticò la malattia a un bambino della comunità di Short Creek e in poco tempo scoprì che altri otto bambini della comunità, con età compresa tra i venti mesi e i dodici anni, ce l’avevano. Tra i mormoni fondamentalisti di Colorado City e Hildale la probabilità di nascere con l’aciduria fumarica è più di un milione di volte maggiore rispetto alla media mondiale.
La ragione per cui la poligamia ha un ruolo in tutto questo c’entra con la genetica. L’aciduria fumarica è causata dalla presenza di un gene recessivo, che ha un effetto sulla persona che ce l’ha nel DNA solo se è presente due volte, cioè se gli è stato trasmesso da entrambi i genitori. In caso contrario, la persona è un portatore sano, che a sua volta può trasmetterlo ai suoi figli con una probabilità del 50 per cento. Dopo generazioni di poligamia e isolamento rispetto al resto del mondo in una piccola comunità, le probabilità di essere affetti da questa malattia sono cresciute molto per una banale questione aritmetica... Lo spiega bene un articolo pubblicato sulla sezione Future del sito di BBC, partendo dall’esempio di Brigham Young, un importante membro della chiesa mormone vissuto nell’Ottocento che tra le altre cose fondò Salt Lake City: grazie alla poligamia ebbe più di quaranta figli e da questi 204 nipoti e 745 bisnipoti... L’effetto è amplificato anche dal fatto che la comunità di Short Creek ripudia una certa percentuale di ragazzi maschi per mantenere il rapporto numerico tra uomini e donne (che deve consentire che ci siano più donne disponibili per ciascun uomo). Sono chiamati lost boys: solitamente vengono abbandonati dalle proprie madri, lungo le autostrade, di notte, usando come scusa un comportamento scorretto.
L’aciduria fumarica ha più probabilità di comparire nei membri della comunità di Short Creek perché la poligamia ha ridotto notevolmente la diversità genetica della popolazione, rendendo molto più probabile la trasmissione del gene responsabile della malattia e quindi i casi in cui una persona lo riceve sia dalla madre che dal padre... Problemi simili a questo sono presenti anche in altre comunità in cui la poligamia è una pratica diffusa, ad esempio in alcuni paesi dell’Africa occidentale...
L’articolo di BBC sottolinea come tutta questa storia abbia anche un lato positivo, che però non riguarda né i mormoni fondamentalisti, né le altre comunità poligame isolate. Visto che per gli scienziati è impossibile scoprire gli effetti dei geni recessivi nelle persone in cui questi non hanno effetto, studiare queste comunità è l’unico modo per individuare i geni che causano delle malattie. Nello Utah, grazie allo stile di vita dei mormoni, sono stati scoperti più geni recessivi che causano malattie che in ogni altro posto del mondo.

martedì 8 agosto 2017

Dimentichiamo troppo in fretta

Come vi avevo promesso ieri, eccomi anche oggi a parlare di... Bruno Lauzi. Nato esattamente 80 fa, l'8 agosto del 1937. E' stato un grande anticonformista della cultura italiana. Sì, perché lui non ha fatto "solo" musica. E' stato un vero uomo di cultura. Ma non sono bravo, ne tanto meno voglio mettermi a parlare per mezz'ora di Lauzi. Semplicemente, vorrei farvi presente che è uno dei tanti uomini di cultura che in Italia vengono messi un po' in secondo piano. Il Paese è così. Pace all'anima sua, di Bruno.
Questa canzone vale mille canzoni di protesta dei fighetti di sinistra.







lunedì 7 agosto 2017

Qualche news... su di me!

Eccomi con un post assolutamente incentrato su di me. Da buon egocentrico (come tutti gli artisti 😂).

Prossimi eventi
  • venerdì 22 settembre sarò ospite alla libreria Ubik a Mestre.
  • sabato 30 settembre vi farò fare una passeggiata con reading sulle colline bolognesi e con me ci saranno Charlie e Anita...
Da oggi lancio una promo, valida fino al 17 settembre, per l'acquisto dei miei libri. 
Per farlo, potete scrivermi all'indirizzo mail: maurofornaro76@gmail.com 
o contattandomi nei social, così come per l'organizzazione di eventi, interviste, ecc.





Più eventuali spese di spedizione. 


Altre novità? Certo! Verso la metà di settembre sarò in giro per Bologna a fare da intervistatore ad un caro amico. Ma di più non vi dico, per ora...  Così come sulla mia nuova raccolta di poesie che uscirà tra settembre ed ottobre. Quasi pronta anche la copertina e prontissimo il titolo, un po' particolare , come sempre.
Per oggi può bastare 😅😜... probabilmente scriverò anche domani sul blog e parlerò di un grandissimo della musica italiana.

Le foto sono di Benedetto Restivo

giovedì 3 agosto 2017

Fuori Rotta Experience con Charlie e Anita

Come vi ho già accennato nei giorni scorsi, sabato 5 agosto sarò ospite della manifestazione Fuori Rotta Experience che si terrà nella suggestiva cornice del Casone Azzurro a Vallonga di Arzergrande, in provincia di Padova, dal 4 al 6 agosto, organizzata dall'associazione La Corte dei Miracoli. L'appuntamento con me, con Charlie, Anita - chi mai saranno?!😁 - e con il mio ultimo libro, il romanzo L'uomo che piangeva in silenzio, è per le 19.00, quando sarò intervistato da Valeria Vanotti.

Ph. William Nordio

Durante la serata sarà possibile acquistare anche gli altri miei libri che, come l'ultimo, si possono acquistare in tutte le librerie - online e non - o direttamente dal sito del mio editore: www.edizionidelfaro.it.



Non penso che le cose non possano cambiare, ma se vogliamo cambiare il mondo, almeno un po', dobbiamo scavare nelle coscienze. La superficialità non è bellezza.

martedì 1 agosto 2017

Un compleanno baleniero...

Il 1° agosto del 1819 nasceva Herman Melville, che noi conosciamo come scrittore ma è stato anche poeta e critico letteraio. Il suo libro più famoso è Moby Dick. Sicuramente uno dei libri più importanti della letteratura americana. A parte l'antitesi bene/male, il libro affronta l'eterna lotta tra l'uomo e la natura, così importante nella storia, e nella letteratura, d'oltre oceano. Con lunghissime riflessioni e descrizioni, che sfociano nell'ossessione del Capitano Achab per la balena, che poi balena non è.  E' un romanzo difficilissimo da leggere! Ma farcela vuol dire...



domenica 30 luglio 2017

Summer Reading 2017

Un luglio pieno di impegni cestistici per me, è stato un po' di difficile stare al passo con il blog. Mi spiace.
Oggi vi presento un concorso estivo, Summer Reading 2017, promosso dei mitici amici di mebook, il social per scrittori ed editori. Ci sono varie sezioni, poesia, racconti, video. Per tutte le info, cliccate qui: associazionefahrenheit451.it/iscrizioneconcorso