martedì 29 luglio 2014

L'amore... disse Harry

Anche oggi l'estate sembra non arrivare, ma poi tanto male potrebbe non essere. Perché dovesse essere come certe persone, meglio proprio che se ne stia lontana. Il tempo è coperto e non c'è un filo di vento, ascolto l'album The best of The Band e mi sento me stesso.
Prendo in mano un libro ed apro a caso: Le nevi del Kilimangiaro, E. H., e guarda te quale è la prima frase che leggo "L'amore è un letamaio" disse Harry. "E io sono il gallo che ci sale sopra per cantare." 

lunedì 28 luglio 2014

La ballata dello stolto

In questa estate che sembra autunno, io scrivo quello che sono.
Inedita, scritta venedì.




Le parole
inutili
di chi si sente
scrittore
sono pericolose
come l’abuso
di farmaci
in occidente.

Ma la vita è fatta
di passioni
ti diranno,
così allora tutto sarebbe
giustificato.
Anche un pessimo libro.
E se fosse vera la balla
delle passioni,
sarebbe giustificato
l’essere in due a
volere una cosa
ma aspettare che sia l’altra
persona
a fare la prima mossa.
Stupido e inconcludente,
come voler sparare ma
non avere la pistola.

E danzare tra le braccia della morte.

Le persone che mi hanno
abbandonato sono talmente
tante che pure
il concetto di abbandono
soffre probabilmente di nostalgia
nei miei confronti.
E’  un po’ come cambiare
casa
e sei ancora da solo,
e balli, balli
e giri su te stesso,
o te stessa.
Tanto lo sai,
sei nato da solo,
sei rinato da solo
e lo farai altre mille volte,
e alla fine morirai,
sempre da solo.

E danzare tra le braccia della morte.

Mentre chi
si sente scrittore
continua imperterrito
a buttare parole
a caso
su di un foglio
e costruisce libri
senza rendersene conto.
Mentre io,
o scegli qualcun
altro
al posto mio
(abbandonami pure)
vivo nell’intemperanza
delle mie emozioni
e mi sento dire
“ci sarò sempre e voglio il tuo bene”.
Ma io non ci sarò per sempre
perché dovresti esserci tu,
e comunque io non mi sento uno scrittore,
lo sono.

E danzo tra le braccia della morte.

venerdì 25 luglio 2014

Per sapere chi legge

Come faccio di tanto di tanto, vi do qualche dato sui lettori in Italia. Le informazioni che vi do sono prese da un articolo di www.minimaetmoralia.it, l'analisi è di www.ibuk.it.

L'andamento è negativo, del -4,65% a valore e -3,90% a numero di pezzi per il dato consolidato a Maggio 2014, rispetto allo stesso periodo 2013; dati pressoché negativamente stabili rispetto a Aprile 2014. Maggio registra il secondo peggior dato dall’inizio dell’anno: -6,60% a valore e –5,43% a numero di pezzi.
I settori: Narrativa, Scienze Sociali e Ragazzi, rappresentano il 68,64% di assorbimento sul totale, fanno registrare complessivamente un -4,2% a valore con un peggioramento dello 0,6% sul consolidato al mese precedente.
Un dato interessante, quello delle vendite in base al prezzo di copertina. Il trend peggiore è per i titoli con fascia di prezzo superiore ai 25 €, in positivo le vendite dei libri con prezzo inferiore ai 7 €.
A proposito di librerie indipendenti e librerie di catena: le librerie con dimensione tra 500 e 800 mq risultano le meno penalizzate; peggior dato per quelle sotto i 100 mq. I supermercati dei libri...

L'articolo completo, anche con grafici molto utili, lo trovate qui: minimaetmoralia.it/levenditedeilibri.

mercoledì 23 luglio 2014

Tutte le info che vi servono!

Come vi avevo già detto le scorse settimane, il libro UNA COMPLESSA SEMPLICITA’ è stato ristampato. La casa editrice è la stessa de LA FATICA DI NON PENSARE, Edizioni del Faro.
Potete acquistare i miei libri direttamente nel sito della casa editrice, www.edizionidelfaro.it, LA FATICA è acquistabile anche in formato e-book a €3,49; oppure nei comuni siti di libri. 
  
Potete acquistarli anche da me, LA FATICA a €10,00 (12,50) e UNA COMPLESSA a €10,00 (11,00). Più eventuali spese di spedizione.

Se volete conoscermi meglio, queste sono le mie poesie degli ultimi quaranta giorni:
4 giugno dal gommista
17 giugno adulto
21 giugno serenità
27 giugno increspature
4 luglio ipocrisia


Cliccando sul banner "Libreriamo book camp" nel sito libreriamo.it, cercate il mio profilo.
Instagram/maurofornaro.

Per me, una persona eccezionale è quella che si interroga sempre, laddove gli altri vanno avanti come pecore.
F. De André

lunedì 21 luglio 2014

Qualche video di giovedì

Sono un po' di corsa ma riesco comunque a caricarvi qualche video della serata di giovedì. Sono video di pochi secondi, però magari vi aiutano a capirvi meglio.
Nei prossimi giorni vi darò tutte le info sulla ristampa de Una complessa semplicità e su come acquistare i miei libri.




video
video
video

venerdì 18 luglio 2014

Importante come il pane e l'acqua

Bella serata ieri a Monzuno, alla 3° edizione de "I giovedì del libro", rassegna letteraria, culturale e gastronomica presso il ristorante "Gustavino & Passalacqua". 
Ho avuto modo di parlare ancora de La fatica di non pensare e Una complessa complessa semplicità. Ho presentato anche un racconto, Lo scrittore, che farà parte del mio prossimo libro, una raccolta di trenta racconti.
Ora alimenterò un po' il mio ego e posterò un po' del materiale prodotto ieri, il resto nei prossimi giorni.

Grazie ancora a tutti quelli che mi stanno sostenendo, a quelli che mi hanno sostenuto ed ora non ci sono più (nella mia vita) e grazie a quelli che mi sosterranno in un prossimo futuro. E non chiedetemi perché scrivo, finché sarò vivo, scriverò.
Un abbraccio particolare a Sergio, Ermanno, Ettore e Fabrizio, amici bolognesi.



giovedì 17 luglio 2014

Se passate dove sarò io...

Per chi stasera è in zona Monzuno (BO), sarò ospite della 3° edizione de "I giovedì del libro", rassegna letteraria, culturale e gastronomica presso il ristorante "Gustavino & Passalacqua" in località Selve (BO). 
Avrò con me "La fatica" e "Una complessa" e qualche racconto del prossimo libro. Vi aspetto a braccia aperte e senza coltello...

LA FATICA DI NON PENSARE e UNA COMPLESSA SEMPLICITA' 
si possono acquistare anche online, LA FATICA DI NON PENSARE è acquistabile anche in formato e-book, € 3,49.  
Alcuni siti dove poterli acquistare: www.ibs.it, www.amazon.it, www.unilibro.it.
Il sito della casa editrice è www.edizionidelfaro.it
Cliccando sul banner "Libreriamo book camp" nel sito libreriamo.it, cercate il mio profilo.
Instagram/maurofornaro.
Per me, una persona eccezionale è quella che si interroga sempre, laddove gli altri vanno avanti come pecore.
F. De André

mercoledì 16 luglio 2014

Ad un cane puoi dire "ti voglio bene"


Quando non si dorme, si scrive. E poi per restare svegli si beve caffè e si continua scrivere.
Buona lettura!


Pensò, siamo degli animali,
magari evoluti ma siamo degli animali.
E l’istinto è sempre quello: la sopravvivenza.
Iniziò a fare pensieri strani (anche sapeva bene che la parola strano non esiste)
e slegati.
Ma necessari.


Vorrei fossero passati 7mila anni
dall’ultima volta che ho pianto.

Non sono una persona insicura,
do valore ad ogni cosa.
che faccio,
do importanza ad ogni scelta.

E’ bello emozionarsi
se solo non esistesse l’ansia.
E questo umorismo lo capisco
solo io.
Ma se dovesse esistere
un altro essere umano che mi capisce,
please… fammelo presente.

Probabilmente sono inutile per la maggior
parte della popolazione mondiale.
Mi manderebbero a fare piramidi in Egitto.
Quando comincerete
a capirmi
sarò già morto da tempo.
Ma se qualcuno mi dovesse capire ora
mi farebbe un piacere.
Anche perché
non ho sbagliato tutto nella vita,
solo quello che vi ho mostrato.


Poi smise di pensare
e ascoltò il battito del suo cuore
e quello strano (ma la parola strano non esiste)
dolore.

Ora metti una serata estiva.
Calda ma non umida,
serena e poco rumorosa.
Nessuno, o quasi,
a disturbare.
Metti due persone su un ponte
a chiacchierare.
Stanno bene assieme, lo si vede.
Lo capirebbe anche un cane.
E supponi che una delle due
improvvisamente si butti giù
e muoia.
All’altra persona
cosa importerebbe?

lunedì 14 luglio 2014

Ai "Giovedì del Libro"

Giovedì 17 luglio sarò ospite della 3° edizione de "I giovedì del libro", rassegna letteraria, culturale e gastronomica presso il ristorante "Gustavino & Passalacqua" in località Selve (BO).
La rassegna, organizzata dall'assessorato alla cultura del Comune di Monzuno e dalla scrittore Carollo, mi vedrà presentare le due raccolte di poesie, entrambe edite da Edizioni del Faro, "Una complessa semplicità" e "La fatica di non pensare" e in anteprima il mio prossimo libro di racconti.

Eccovi qua un po' di rassegnas tampa! VI ASPETTO...






sabato 12 luglio 2014

A mio figlio

Feliz cumple, Ernestito!



A mio figlio
di J.R. Wilcock


Abbi fiducia nella vita
e non nelle ideologie;
non ascoltare i missionari
di quest’illusione o quell’altra.

Ricorda che c’è una sola cosa
affermativa, l’invenzione;
il sistema invece è caratteristico
della mancanza d’immaginazione.

Ricorda che tutto accade
a caso e che niente dura,
il che non ti vieta di fare
un disegno sul vetro appannato,

né di cantare qualche nota
semplice quando sei contento;
può darsi che sia un bel disegno,
che la canzone sia bella:

ma questo non ha certo importanza,
basta che piacciano a te.
Un giorno morrai; non fa niente,
poiché saranno gli altri ad accorgersene.

venerdì 11 luglio 2014

Quattro conti davanti a un caffè

Poesia inedita, scritta questa settimana.





Una vacanza
dovrebbe
iniziare da un libro.
Così come un appuntamento
da un “sì”
seguito da una birra.
O due.

Quando si ha a che fare
con le persone
bisognerebbe
mettere da parte
un po’ di severità
e tirare fuori
una discreta dose di dolcezza.
Così come quando
si allena
gli obiettivi dovrebbero essere chiari.
Nel caso, gli interessi saranno attivi.

Un tattoo è per
sempre
mi dicono.
Ma anche i danni che
può fare una testa
di cazzo sono per sempre.
Vorrei rispondere.
L’ineleganza di certe persone
sbalordisce.
Ma anche il loro sorriso.
E gli interessi ammontano a zero.

Non piace la mia t-shirt
mi dicono.
Girati dall’altra parte.
Vorrei rispondere.
L’inadeguatezza di certe persone
sbalordisce.
Ma anche la loro sincerità.
E gli interessi ammontano a zero.

E’ pesante vivere con me,
dico io.
Ora sapete perché sono sempre incazzato.
Vorrei solo cinque minuti di me stesso
per poter essere quello che sono,
e in questo caso non si parla
di interessi ma di
serenità.

Sentirsi belli.
Sentirsi amati.
Ascoltare le parole
e i silenzi.
O semplicemente
frequentare
le persone
non è come un finanziamento
in banca.
E non importa se gli interessi
saranno spesso passivi,
per entrambe le parti.
Lo si deve fare.
E’ la vita.