lunedì 12 agosto 2013

Chicche di sport

Alcune piccole considerazioni sullo sport, fatte nella frescura del giardino.
  • La signora Vezzali, deputata della Camera dei Deputati (camera.it/vezzali) ha recentemente disputato i mondiali di scherma di Budapest, vincendo pure un oro nella competizione a squadre. A parte il valore e la serietà dell'atleta che non si discutono, le mie considerazioni sono: veramente un lavoro come il suo le permette di ricoprire anche un ruolo così importante come quello di parlamentare? Risposta dei più: "tutti i parlamentari hanno più incarichi." Bene, anche lei si è adattata alla politica italiana... Non farò la considerazione sui vari stipendi che percepisce, non vorrei passare per populista.
  • Ieri sera i telecronisti rai hanno elogiato tutto il podio della finale dei 100m, Bolt in primis ma pure Nesta Carter e Gatlin. E proprio di quest'ultimo vorrei parlare, Gatlin ha già avuto spazio nel mio blog, poco più di un anno fa (maurofornaro.blogspot.it/sognolimpico), proprio lui che  negli anni passati è risultato per ben due volte positivo all'esame antidoping. Spero per i telecronisti che il loro stipendio in rai sia molto alto, tanto da giustificare questa loro "dimenticanza" nel sottolineare, mi sembrava il minimo, che il signorino non è uno stinco di santo e che non dovrebbe più gareggiare. Evito i commenti sulla IAAF, evidentemente un sistema mafioso.
  • Andate a leggere questo articolo nel sito del Fatto.it, pubblicato il 1° agosto: ilfattoquotidiano.it/olimpiadilondra1annodopo. Ennesima prova che le Olimpiadi non sono tanto un momento di sport, quanto un evento prettamente economico con delle sfumature sportive, che non è un reato ma allora liberalizzate il doping. Tanto vale tutto nell'organizzazione e nella gestione post giochi, che valga tutto anche durante le competizioni.

2 commenti:

  1. Concordo totalmente. Anche nello schifo.

    RispondiElimina
  2. Ma in Italia siamo fermi all'IMU non pagata dalla Idem...

    RispondiElimina